CONVIVIO EPULONIS 2018 – PREMIO SAN MICHELE ARCANGELO ALLA FIGeST

///CONVIVIO EPULONIS 2018 – PREMIO SAN MICHELE ARCANGELO ALLA FIGeST

E’ stato un successo anche questa edizione 2018 del Convivio Epulonis, la cena a tema medievale nonché gara culinaria tra le quattro Porte protagoniste a settembre de “I Giochi de le Porte”, che come sempre ha ricevuto gli elogi degli illustri ospiti presenti, accolti prima presso i cortili della Rocca Flea poi accompagnati a gustare la cena nella Taverna di San Facondino.
La serata è stata organizzata dall’Ente Giochi de le Porte in collaborazione con il Comune di Gualdo Tadino e il main sponsor de I Giochi de le Porte Rocchetta Spa e dei due altri sponsor Ms Service e Pro Kuch.

Come ogni anno nel corso della cena, dove non sono mancati spettacoli e intrattenimento rigorosamente medievali, sono stati assegnati dei premi e dei riconoscimenti con relative menzioni.

A ricevere il Premio San Michele Arcangelo 2018, consegnato dal Sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti e dall’Assessore Regionale Fernanda Cecchini, è stata la FIGeST o Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali con la seguente motivazione:

“Per aver fatto rivivere e dare lustro ai “giochi e sport tradizionali” e per rendere vive tradizioni sportive nate nel passato ed ancora oggi praticate con passione, coadiuvando tradizione e innovazione, ma soprattutto per essere organo di controllo e tutela di sport che sono motivo di aggregazione per le comunità e stimolo per una sana crescita dei giovani nel rispetto delle regole, va alla Figest l’illustre premio del San Michele Arcangelo 2018 con i nostri più vivi e sinceri ringraziamenti.”

Il premio fedeltà è stato invece consegnato al Procuratore della Repubblica di Perugia Fausto Cardella, esempio in campo giudiziario e sociale, ospite affezionato all’evento culinario e alla manifestazione, nonché alla città di Gualdo. A consegnare il premio, l’Avvocato Chiara Bigioni, Responsabile area investimenti e sviluppo dell’Azienda Rocchetta Spa, sponsor ufficiale de “I Giochi de le Porte”.

Per la fedeltà dimostrata nel tempo nei confronti della festa de “I Giochi de le Porte” e quindi della città di Gualdo Tadino e per essere figura di spicco nel panorama giudiziario italiano, già magistrato che ha coordinato alcune delle principali inchieste italiane degli ultimi anni, partecipando anche all’arresto degli assassini di Giovanni Falcone e per tutelare i diritti dello stato e dei cittadini, garantire la sorveglianza sulle leggi e regolare l’amministrazione della giustizia”.

Altro premio di grande rilievo è stato quello consegnato da Doriano e Alfiero Mencarelli, della ditta MsService e Pro Kuch, sponsor anch’essi della manifestazione gualdese, al Capitano dei Carabinieri Piergiuseppe Zago.

“Da cinque anni al comando della Compagnia dei Carabinieri di Gubbio, per la competenza, lo scrupolo e la passione con cui ha gestito l’attività di controllo e contrasto della criminalità in questo territorio, a beneficio di tutta la popolazione gualdese, in particolare di quella più debole e indifesa”

In una serata di cucina dove protagonista è l’arte del saper cucinare magistralmente piatti di un’epoca affascinante come quella medievale, non poteva mancare la menzione speciale all’ospite d’onore di questo Convivio 2018, l’executive Chef pluripremiato esperto di cucina medievale, Agostino Ercolani. A consegnargli il premio, il Gonfaloniere e Priore di Porta San Facondino Mario Pasquarelli.

“Per trasmettere alle generazioni presenti, con estrema passione e accurata ricercatezza storica, la cultura culinaria del passato, l’arte del saper cucinare con maestria piatti medievali, veicolando valori importanti come quello di guardare con affascinante nostalgia al passato per dare nuovo sapore al presente.”

Le due Bastole d’oro, sono andate invece al taverniere storico di Porta San Martino Simone Ragni e al piatto vincitore della gara culinaria, Zuppa di Roveja, cucinata da Porta San Donato.
Il taverniere è stato premiato dallo chef Agostino Ercolani, “per la passione, dedizione, impegno, cura e fedeltà nei confronti della Porta di San Martino e de I Giochi de le Porte, che per anni ha supportato con il suo lavoro e l’attaccamento ai colori giallorossi. Esempio di come negli anni la passione per la manifestazione e la volontà di far crescere la festa sia il vero spirito che anima i portali modello come lui”

A consegnare il premio della Bastola d’oro alla Porta vincitrice della gara Culinaria, Porta San Donato nella persona del Priore Roberto Cambiotti, il giornalista e Dirigente Rai Adriano De Maio.

La serata cominciata con i saluti istituzionali del Sindaco Massimiliano Presciutti e del Presidente dell’Ente Giochi Paolo Campioni presso la Sala della Città nella Rocca Flea, poi continuato con lo spettacolo dei cavalieri con le spade infuocate messo in scena nel cortile esterno della rocca federiciana che si erge maestosa sopra il centro storico della città di Gualdo, ha avuto continuazione presso la Taverna di San Facondino dove i commensali tra una portata e l’altra, sono stati intrattenuti da musici e giullari.
Sia Presciutti che Campioni si dicono soddisfatti per la riuscita della serata e per aver portato a Gualdo personalità di spicco nel panorama politico, sociale e culturale italiano.

In occasioni come questa, a far da padroni sono solo l’emozione e il gusto di fare un salto indietro nel tempo oltre a quella curiosità smisurata di vivere atmosfere affascinanti e misteriose.

No comments yet.

Leave a comment

Your email address will not be published.