Generale

/Generale

Bastola

Nel 1237 un terribile incendio rase al suolo Gualdum (oggi Gualdo Tadino), privando tutti gli abitanti di una dimora e costringendoli a fuggire. La leggenda vuole che ad appiccare il fuoco sia stata una donna misteriosa: la Bastola, che si vendicò in questo modo dei torti subiti. Ma chi era la Bastola? “Il suo nome era misterioso, ma era conosciuta da tutti come la Bastola. Anche le sue origini erano misteriose, era probabile che discendesse da una famiglia del tapinate, ma rimasta orfana a

Palio

.fa-search:before { color: #fff; } Il Palio è l’ambito trofeo che si assicurerà la porta vincitrice alla fine dei tre giorni di sfida. Vista l’importanza a cui è arrivata la festa dei Giochi de le Porte, negli ultimi anni sono stati artisti di fama internazionale a realizzare l’opera. Anche quest’anno sarà un’artista eccellente a realizzare il Palio che verrà svelato il giorno del Convivio. Palio 2016 San Benedetto Palio 2015 San Donato Palio 2014 San Donato Palio 2013 San Facondino Palio 2012 San Facondino Palio 2011 San

Corteo Storico

Mille figuranti, abiti prestigiosi, temi medievali… è questo che caratterizza lo splendido corteo storico dei Gioche de le Porte. Il suono dei tamburi, le chiarine, scene di vita di un tempo, una riproduzione fedele di come si viveva nel medioevo. Dall’agricoltura, all’artigianato, dalla povertà, alla nobiltà, passando per stregonerie, magia, arti e mestieri. Tutto questo per le vie di Gualdo Tadino, il sabato sera prima della lettura dei bandi e la domenica pomeriggio prima del Palio dell’ultimo fine settimana di settembre, la

Palio di Primavera

L’1 e 2 giugno si svolge a Gualdo Tadino il Palio di Primavera. L’edizione dedicata ai più piccoli, ripercorre le tappe dell’edizione di settembre, con il corteo storico e giochi medioevali che avranno luogo nella piazza. La famosa corsa con i somari prevede un circuito ridotto rispetto al palio di settembre, con somarelli di piccola taglia, ma dalle incredibili prestazioni. La festa si protrarrà per due i giorni con taverne aperte e menù gustosissimi, per accogliere quanta più gente possibile e far assaporare i migliori prodotti

Taverne

San Benedetto via del Soprammuro San Donato via Guerrieri San Facondino via Nucci San Martino via Imbriani Le quattro taverne dislocate sulle vecchie vie di accesso alla città, rappresentano il luogo ideale per i portaioli per condividere il clima di festa dei tre giorni, bevendo e mangiando tutti insieme. Le taverne sono gestite da cuochi esperti dove si possono degustare menu tipici umbri e della tradizione antica e medievale. È sicuramente il luogo ideale per tutti i turisti per conoscere e socializzare con tutti i portaioli, in un clima di

VEDERE E VISITARE

Museo della Ceramica Storica Gualdese. Rocca Flea – Piazza del Soprammuro. Pinacoteca Comunale Rocca Flea. Museo dell’Emigrazione Palazzo del Podestà. Basilica Concattedrale di San Benedetto, Piazza Martiri. Palazzo del Podestà, piazza Martiri. Chiesa di San Francesco – XII sec. , Piazza Martiri. Chiesa di S. Maria dei Raccomandati, piazza XX settembre. Chiesa di Santa Chiara. La Rocca Flea o Rocca Maggiore XIII sec. Gola e sorgenti della