Archiviato con successo il Palio di Primavera e l’Elezione del Gonfaloniere 2016

/, News/Archiviato con successo il Palio di Primavera e l’Elezione del Gonfaloniere 2016

Grande partecipazione di pubblico, nonostante condizioni climatiche non proprio estive, per la sesta edizione del Palio di Primavera, che ha visto trionfare la Porta di San Martino al termine di una contesa molto combattuta e piena di spareggi, a dimostrazione di un grande equilibrio tra i giovani portaioli.

La manifestazione è iniziata mercoledì 1 giugno: in mattinata è stato presentato il Palio, firmato da Andrea Garofoli, presso la Sala Consiliare del Comune di Gualdo Tadino. Poi, dopo le prove dei giocolieri nel pomeriggio, in serata si sono potuti ammirare i giovanissimi sbandieratori della Città di Gualdo Tadino, che hanno deliziato la platea con numeri di alta scuola, così come i musici con i loro coinvolgenti ritmi.

Il Corteo Storico di seguito ha fatto bella mostra di sè, in una Piazza Martiri gremita e piena di tantissimi portaioli giovani e festanti. I piccoli priori sono stati poi i protagonisti con i loro bandi di sfida: Andrea Bensi e Giulia Guerra per San Donato, Filippo Catasti e Alisia Marcacci per San Martino, Francesco Ridolfi e Veronica Catanossi per San Facondino e Andrea Monacelli e Sofia Passeri per San Benedetto. Nella giornata di giovedì 2 giugno, dopo i sorteggi e la pesa dei carretti mattutina, nel pomeriggio si è disputato il vero e proprio Palio. Nella corsa con i piccoli somari a carretto vittoria per San Martino, con Gennarino che ha chiuso il suo giro in 32” assieme a Filippo Passeri e Mattia Lorusso auriga e frenatore. Secondo San Benedetto con 35”, grazie al somaro Primula guidato da Francesco Paciotti e Roberto Vinciotti. Terzo San Donato, con il somaro Luca Giurato che ha impiegato 36” guidato da Filippo Bucari e Filippo Venturini. Ultimo San Facondino, con Matteo Pasquarelli e Federico Anderlini che hanno impiegato 1′ con il loro somaro Donkey.

Nel tiro con la fionda a trionfare è stato Damiano Rossi di San Donato, che ha colpito tutti e 5 i bersagli. Al secondo posto, con 4 su 5, si è piazzato Alessandro Sias di San Benedetto che ha vinto lo spareggio con Sebastiano Cossentino di San Facondino. Ultimo, con 3 su 5, Sebastiano Ferri di San Martino.

Nel tiro con l’arco altra vittoria per i colori giallo-bianchi, grazie ad un super Leonardo Parlanti autore di 39 punti. Anche in questo caso il secondo posto è stato assegnato da uno spareggio, con Federico Tittarelli di San Facondino che ha battuto Francesco Borio di San Martino giunto terzo, entrambi con 33 punti, mentre ultimo è terminato Sasha Kaburi di San Benedetto con 23 punti.
Nella corsa a pelo è successo di tutto: Edoardo Mariani di San Martino in sella a Gennarino vince la gara, mentre Filippo Bucari con Luca Giurato per San Donato vede infrangersi il sogno di vincere il Palio a pochi centimetri dal traguardo, poichè il somaro si pianta e viene superato da Matteo Pasquarelli e Donkey di San Facondino e Lorenzo Biscontini e Primula di San Benedetto. San Donato e San Martino chiudono appaiati a 33 punti, e serve quindi uno spareggio per decidere il vincitore. Alla fine a spuntarla è San Martino, con Gennarino che transita per primo e consegna alla porta giallorossa il suo terzo Palio di Primavera.

In serata, poi, si è tenuta la cerimonia del Bussolo presso la chiesa di San Donato. In una splendida cornice, è stato rieletto Gonfaloniere per il secondo anno consecutivo Nicola Bossi con 42 voti su 48. Bossi ha ringraziato gli altri priori, l’Ente, la Commissione Tecnica e tutti coloro che si adoperano per i Giochi de le Porte, ed ha promesso di restaurare l’antica statua di San Michele Arcangelo ubicata nella Cattedrale di San Benedetto.