Corteo Storico San Martino 2018 – Motivazioni

///Corteo Storico San Martino 2018 – Motivazioni

SCHEDA VALUTAZIONE CORTEO STORICO

PORTA SAN MARTINO

VOTO COLLEGIALE

DATA: 29/09/2018

VOTO: VENTIQUATTRO

MOTIVAZIONE / CONSIGLI

La storia è interessante e ben raccontata dal punto di vista del suo sviluppo, si è trattato di una sfida in gran parte riuscita, anche considerando la difficoltà di tradurre figurativamente il tema prescelto. Alcune idee appressoche sono state realizzate in maniera un poco approssimativa, anche dal punto di vista della coerenza storica. L’interpretazione non è appare sempre adeguata. Di bell’impatto la scena dell’essiccazione con i trampolieri.

SCENOGRAFIA – STEFANO SOCCI

VOTO 8
MOTIVAZIONE:
Nonostante la difficoltà del tema, lo spettacolo scorre bene, anche se difetta di omogeneità e l’impegno sia registro sia recitativo. Anche l’aspetto scenografico risulta discontinuo. Di particolare interesse la scena dell’essiccazione e quella del laboratorio di distillazione.

COSTUMI – LUCA CASTIGLIOLO

VOTO 8
MOTIVAZIONE:
Costumi attinenti alla rappresentazione ma non sempre riusciti. Molte capigliature femminili risultano troppo moderne e poco attinenti al XV secolo. Alcuni costumi particolarmente belli nella rappresentazione della lavanda. Di particolare pregio i copricapi utilizzati nel giardino delle erbe. Alcuni abiti come i saio dei frati nell’orto dei semplici sarebbero risultati più credibili se opportunamente invecchiati.

STORICITA’ – TOMMASO DI CARPEGNA FALCONIERI

VOTO 8
MOTIVAZIONI:
La storia è interessante e in buona parte rispondente a tematiche quattrocentesche ( e medioevali in generale); ma è tuttavia un po’ discontinua e non sempre aderente al contesto e alle fonti dell’epoca. Lo stemma di Caterina Sforza, per esempio, non corrisponde né nella forme né nell’immagine, e stupisce invece molto la presenza di uno sciamano nell’Italia del quattrocento.

No comments yet.

Leave a comment

Your email address will not be published.