• 38esima edizione dei Giochi de le Porte

    25|26|27 settembre 2015
  • 38esima edizione dei Giochi de le Porte

    25|26|27 settembre 2015
  • 38esima edizione dei Giochi de le Porte

    25|26|27 settembre 2015
prev next

Giochi, ecco cosa cambia

A seguito della proposta delle Porte di San Donato, San Martino e San Benedetto, si è riunito, per discuterne, il Consiglio Direttivo. Con i voti favorevoli delle tre Porte proponenti e delle tre Commissioni (Tecnica, Artistica e Taverne) sono state approvate le seguenti modifiche, che sono entrate immediatamente in vigore.

Grazie a tutti!

100giorniL'Ente Giochi de le Porte intende ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla splendida riuscita della Cena dei 100 Giorni. Agli oltre 300 commensali che hanno potuto assaggiare le prelibatezze dei nostri cuochi, a coloro che hanno lavorato dietro le quinte, che sono il nostro bene prezioso, e alla taverna di San Facondino che ci ha ospitati.

L'Ente Giochi omaggia Matteo da Gualdo

matteodagualdoNell’ambito dell’EsposizioneMondiale “Expo Milano 2015”, fino al 31 ottobre, è curata da Vittorio Sgarbi la mostra dal titolo “Il Tesoro d’Italia”, volta a valorizzare le più significative testimonianze dell’arte italiana.

L’esposizione, allestita nel padiglione “Eataly” ed articolata per regioni, comprende 250 grandi capolavori della pittura e della scultura, che vanno dal Trecento ai giorni nostri. All’interno di questo importante progetto, la città di Gualdo Tadino vanta ben tre opere del suo patrimonio culturale, che compongono le collezioni dei musei Opificio Rubboli e Rocca Flea: due magnifiche maioliche a lustro della Società Ceramica Umbra – Paolo Rubboli, progettate da Aldo Ajò e lustrate dai fratelli Lorenzo e Alberto Rubboli alla fine degli anni ‘20 del Novecento”, e un’opera del grande artista del Rinascimento gualdese Matteo da Gualdo, presente con la preziosa tavola dipinta su fondo oro della seconda metà del Quattrocento, raffigurante l’Albero genealogico della stirpe di David.

Il Palio di Primavera va a Porta San Donato

palioprimavera2015Porta San Donato si aggiudica la V Edizione del Palio di Primavera. La pioggia non ha fermato la festa dei piccoli portaioli, che per due giorni sono stati i "padroni" della città. I giallobianchi dei priori Alessandro Scassellati e Asia Regni hanno prevalso con 39 punti su San Martino (36), San Facondino (24) e San Benedetto (18) e si sono portati in taverna il drappo realizzato da Asia Materazzi, vincitrice del concorso indetto per l'occasione (Samuele Cicchi aveva vinto quello per la realizzazione del manifesto ufficiale).

Stupendi i cortei storici che il pubblico ha potuto ammirare nella serata di sabato e nel pomeriggio della domenica, così come ottime sono state le esibizioni dei piccoli sbandieratori.